Pubblicato il 18 Novembre 2012

 

DSCN2043-copia-1

 

Vi invito a leggere  anche il seguente articolo Riflessioni sulla pasta frolla e sulla pasta brisée  

 

INGREDIENTI:

PREPARAZIONE:

Fate la pasta amalgamando tutti gli ingredienti ed aggiungendo se occorre l'acqua, quanto basta, a piccole dosi fino ad ottenere un impasto ben omogeneo e morbido.

Leggi i commenti

Scritto da Questo è il Blog di Elena moglie e mamma celiaca

Con tag #Dolci secchi

Repost 0

Pubblicato il 18 Novembre 2012

 

DSCN0030

 

Vi invito a leggere anche l'articolo Riflessioni sulla pasta frolla e sulla pasta brisée

 

RICETTA PASTA FROLLA N°1  

 

INGREDIENTI: 

PREPARAZIONE:

  • Disponete il mix di farine senza glutine o la farina di grano in una ciotola e incorporatevi bene lo zucchero, la vanillina e l'eventuale lievito chimico.
  • Versate al centro della farina il burro ammorbidito, l'uovo, il tuorlo e la buccia del limone. Amalgamate il composto dapprima con un cucchiaio e poi con le mani infarinate fino ad ottenere una palla omogenea e morbida, ma non lavoratela troppo altrimenti una volta cotta, la pasta frolla sarà troppo dura.
  • Lasciatela riposare avvolta in una pellicola nel frigorifero per circa mezz'ora.
  • Con un mattarello spianatela e con il disco ottenuto foderate una tortiera per crostate.
  •  DSCN0031

 

RICETTA PASTA FROLLA N°2

 

Questa ricetta è quasi identica a quella pubblicata sulla confezione della farina di riso integrale dell'azienda agricola Zangirolami; vi ho apportato una piccola variazione introducendo la gomma di guar o di xantano.

Nella foto vediamo i biscotti fatti seguendo questa ricetta e sistemati una volta raffreddati in una scatola di latta.

 

DSCN4698

 

INGREDIENTI:

  • 300 g di farina di riso;
  • 2 cucchiaini di gomma di guar o di xantano (se la farina di riso fosse integrale link, la dose di gomma sarebbe di 2 cucchiaini e 1/2)
  • 150 g di burro o di margarina di mais o di girasole;
  • 150 g di zucchero;
  • 1 uovo intero + 1 rosso;
  • metà busta di lievito chimico per dolci.

PREPARAZIONE:

  1. Miscelare gli ingredienti secchi.
  2. Fate una fontana in cui ci mettete il burro o la margarina e le uova.
  3. Fate una pasta con tutti questi ingredienti e sistematela in frigorifero per circa mezz'ora prima di spianarla per fabbricare biscotti oppure basi di torte alla frutta, alla crema pasticcera o al cioccolato.

 

 

 

Leggi i commenti

Scritto da Questo è il Blog di Elena moglie e mamma celiaca

Con tag #Dolci secchi

Repost 0

Pubblicato il 17 Novembre 2012

 DSCN2036.JPG

La pasta frolla dopo la cottura mantiene una consistenza sabbiosa. Questa friabilità ed il colore scuro sono dovuti alla presenza dell'uovo, a differenza della pasta brisée che classicamente non lo vuole o ne contiene solo solo una minima dose.

  

DSCN2038-copia-1

 Proprio per la sua permeabilità la pasta frolla viene solitamente cotta in bianco, ossia si fodera una tortiera con la pasta frolla bucherellandola qua e là con una forchetta, la si riveste con un foglio di carta forno per evitare che la superficie si secchi e la si riempie poi con un leggero strato di riso o di legumi per impedire la lievitazione del fondo soprattutto se nella pasta è stato messo un po' di lievito. 

 

DSCN2046

 Così la pasta frolla è l'ideale per i fondi delle torte di frutta: cuoceremo la pasta frolla in bianco, una volta cotta la guarniremo con frutti di bosco o con un fondo di crema pasticcera o di crema al cioccolato.  

 

DSCN0030

 Nel caso della crostata alla marmellata, non ci dovrebbero essere rischi di non riuscita, se usassimo della marmellata molta densa già prima della cottura per ricoprire il disco di pasta.

 

DSCN2043-copia-1

La pasta brisée, classicamente, non vuole, come abbiamo già accennato, l'uovo oppure solo in minima parte, quindi non è friabile e permeabile come la pasta frolla ed ha una colore più chiaro. Con la pasta brisée possiamo cuocere il fondo della torta e la sua guarnizione nello stesso momento: una torta alle mele, alla marmellata, .... È anche indicata per le preparazioni salate (torta al formaggio, alle verdure, ...). 

 

Ci sono varie ricette per l'impasto della pasta frolla e della pasta brisée. Non è semplice confezionare la pasta frolla senza glutine, perchè se il preparato di farine ed amidi non contiene una dose sufficienteaddensanti (amidi, gomma di xantano e di guar), una volta cotta, la pasta frolla, già di per sè friabile, lo diventerebbe troppo, col rischio quindi di creparsi facilmente. 

 

Ecco qui di seguito qualche ricetta:

Ricette per la pasta frolla

Ricetta per la pasta brisée

 

Mi trovo bene sia per la pasta frolla che per la pasta brisée con I miei Mix preferiti di farine senza glutine per dolci secchi (pasta frolla e pasta brisée) . Prima di questi mix, nessun altro preparato industriale di farine senza glutine mi aveva molto soddisfatta, non riuscivo più a mangiare una pasta frolla che fosse friabile ma non troppo!!! Non ho più tentato di fare la pasta frolla con quei preparati, penso che se dovessi ancora usarli, proverei ad aggiungere un po' di addensante in più che sia l'uovo oppure lo xantano o la gomma di guar.

 

 

 

 

 

 

Leggi i commenti

Scritto da Questo è il Blog di Elena moglie e mamma celiaca

Con tag #Dolci secchi

Repost 0

Pubblicato il 17 Novembre 2012

DSCN4628.JPG

Questa ricetta profumatissima di carne e aromi proviene da un ricettario Bimby trovato on line!  È un ottimo insaporitore che rende i miei piatti più prelibati, anche se faccio più uso del dado vegetale  che del dado di carne . Ecco qui la ricetta sul mio Blog del Dado vegetale fatto in casa .

 

Ecco gli INGREDIENTI:

  • 300 g di carne macinata a scelta;
  • 300 g di verdure miste tritate (sedano, carote, cipolle, zucchine, ...);
  • 300 g di sale grosso;
  • un pomodoro;
  • uno spicchio d'aglio;
  • una foglia di alloro, un rametto di rosmarino, tre foglie di salvia (talvolta uso gli aromi essicati); 
  • un chiodo di garofano (facoltativo)
  • 3 cucchiai di vino rosso.

DSCN4626.JPG

... e la PREPARAZIONE:

In una casseruola d'acciaio (perchè temo che il sale grosso possa graffiare le pentole antiaderenti) metto la carne macinata, le verdure miste tritate, il sale grosso, il pomodoro, l'aglio, gli aromi ed il vino rosso.

Metto tutto a cuocere, per circa 30 minuti, a fuoco lento col coperchio e per altri 10 minuti senza, per far evaporare l'acqua.

Lascio intiepidire un po' e poi con un frullatore ad immersione trito o meglio omogeneizzo ulteriormente il tutto.

Verso il mio dado in una pirofila che sistemo nel surgelatore. Prelevo poi il composto al bisogno con un cucchiaino,  operazione che riesce benissimo anche se il dado surgelato di carne risulta essere più compatto rispetto a quello vegetale.

 

FARE IL DADO IN CASA NON È POI COSI DIFFICILE, ANCHE SE NON SI DISPONE DI UN VERO E PROPRIO OMOGENEIZZATORE ELETTRICO.   BUONA CUCINA!!!

DSCN4629

Leggi i commenti

Scritto da Questo è il Blog di Elena moglie e mamma celiaca

Con tag #Dadi casalinghi

Repost 0

Pubblicato il 15 Novembre 2012

 DSCN4665

Questo pane in cassetta è preparato con gli stessi ingredienti della ricetta Triangoli di pane bianco senza glutine dello Chef Diego Bongiovanni. Lo Chef utilizza il preparato senza glutine Mix it! DS, io talvolta uso anche il Il mio Mix preferito di farine senza glutine per pane senza però aggiungerci il latte in polvere previsto facoltativamente dalla ricetta.

La prima foto in alto si riferisce al pane ottenuto usando Il mio Mix preferito..., quella subito qua di seguito, invece, riguarda il pane ottenuto usando Mix it! DS col suo contenuto sofficioso. A me piacciono tanto entrambi!!!  Anche col preparato Sfornagusto della Biaglut (reperibile a differenza del Mix it! nei negozi e nelle farmacie convenzionate con l'Asl), il risultato è soffice soffice!!! Non ho ancora provato col preparato Schar, sarà il mio prossimo esperimento, vi saprò dire.

DSCN4719.JPG

INGREDIENTI

  • 500 g del preparato senza glutine DS o del  Il mio Mix preferito di farine senza glutine per pane (preparato senza l'aggiunta del latte in polvere, previsto facoltativamente dalla ricetta del Mix);
  • 400 ml d'acqua tiepida;
  • 25 g di lievito di birra fresco oppure 7 g di lievito di birra secco che corrisponde appunto a 25 g di quello fresco);
  • 2 cucchiaini di sale;
  • 5 g di zucchero (un cucchiaino);
  • 20 g di olio ( = 3 cucchiai; ho usato l'olio extravergine di oliva delicato).

DSCN4668

 

PREPARAZIONE:

  1. Mescolate il lievito con lo zucchero e una piccola parte dei 400 ml richiesti d'acqua tiepida, lasciate riposare il composto per 10 minuti al coperto.
  2. Sciogliete il sale (e l'eventuale zafferano) nella parte restante d'acqua.
  3. Mettete la farina nel recipiente dell'impastatrice, versateci nel mezzo il composto col lievito, l'olio e l'acqua salata. Impastate bene per circa 5 minuti.
  4. Foderate con la carta forno uno stampo per plumcake e versateci l'impasto ottenuto.
  5. Fatelo riposare per circa 45 minuti in un luogo caldo e non ventilato, può andar bene l'interno del forno illuminato.
  6. Una volta trascorso questo tempo l'impasto dovrebbe quasi aver raddoppiato il volume. Toglietelo dal forno se lo avete fatto lievitare lì ed accendetelo a 190/200°, mettendo in basso un contenitore da forno con dell'acqua per creare l'umidità necessaria all'ulteriore lievitazione. Spennellate la superficie del pane con dell'olio sbattuto o con del latte per non far sì che non si secchi durante la cottura. Una volta che il forno si sia ben riscaldato, inserite lo stampo a livello medio.
  7. Fatelo cuocere per 30/35 minuti. Una volta cotto toglietelo dal forno e lasciatelo raffreddare. Il pane, specialmente quello senza glutine, si taglia meglio una volta cotto, preferibilmente il giorno dopo.

 DSCN4712

È L'ORA DELLA MERENDA CON PANE E NUTELLA O CREMA SPALMABILE AL CIOCCOLATO FATTA IN CASA!

    DSCN4709.JPG

... E ORA PREPARIAMO IL PANE PER LA SURGELAZIONE INSERENDO TRA UNA FETTA E L'ALTRA UN FOGLIETTO DI CARTA FORNO PER EVITARE CHE SI ATTACCHINO DURANTE iL CONGELAMENTO.

Leggi i commenti

Scritto da Questo è il Blog di Elena moglie e mamma celiaca

Con tag #Ricette pane

Repost 0

Pubblicato il 26 Ottobre 2012

 

DSCN3938.JPG

Un ringraziamento per avermi postato questa ottima ricetta va all'esperta di panificazione e Blogger Paola Sucato link (qua il suo storify link). Paola l'ha preparata con altre bravissime Blogger del senza glutine, giunte da ogni dove, un giorno del mese di giugno  per partecipare all'evento show cooking Metti le mani in pasta ... con DS - gluten free, sotto la preziosa maestria dello Chef Diego Bongiovanni link. Io purtroppo non ci sono potuta essere  .

Li ho cucinati anch'io nella mia cucina, usando la prima volta il preparato senza glutine Mix it! DS usato dallo Chef, una seconda volta il Il mio Mix preferito di farine senza glutine per pane (senza però l'aggiunta di latte in polvere previsto facoltativamente dalla ricetta ed utilizzando più acqua e olio), altre volte anche i preparati Biaglut, Schar, Farmo, Nutrifree, ...   usati singolarmente o miscelati insieme (reperibili, a differenza del Mix it! DS, che nella maggior parte dei casi troviamo nei supermercati, nelle farmacie e nei negozi convenzionati con l'Asl): hanno fatto sempre un successone, anche tra gli altri componenti non celiaci della mia famiglia, e così finisce tutto sempre presto ed io devo ricominciare ad impastare!   . 

Ripropongo ora questa ricetta, assolutamente da provare e da non perdere, nel mio Blog.

 

Ecco gli INGREDIENTI:

500 g del preparato senza glutine Mix it! DS usato dallo Chef Diego Bongiovanni o del Il mio Mix preferito di farine senza glutine per pane (preparato senza l'aggiunta del latte in polvere, previsto facoltativamente dalla ricetta del Mix);

400 ml d'acqua tiepida (480 g se si usa Il mio Mix preferito di cui sopra, ma anche 450 se si usano altri preparati industriali, dovete insomma aggiungere quella quantità d'acqua che serve per ottenere un impasto viscoso morbido ma che non si espanda una volta sulla piastra);

25 g di lievito di birra fresco (io ho messo una bustina, cioè 7 g di lievito di birra secco che corrisponde appunto a 25 g di quello fresco);

15 g di sale (io ne ho messi 2 cucchiaini, un po' meno quindi, lo preferisco così);

5 g di zucchero (un cucchiaino);

20 g di olio o burro ( = 3 cucchiai oppure 5 cucchiai se si usa Il mio Mix preferito di cui sopra; ho usato l'olio extravergine di oliva delicato).

Facoltativa, se vi piace, una bustina di zafferano.

 

... e ora passiamo alla PREPARAZIONE:

Mescolate il lievito con lo zucchero e una piccola parte dei 400/450/480 ml richiesti d'acqua tiepida, lasciate riposare il composto per 10 minuti al coperto.

Sciogliete il sale (e l'eventuale zafferano) nella parte restante d'acqua.

Mettete la farina nel recipiente dell'impastatrice, versateci nel mezzo il composto col lievito, l'olio o il burro e l'acqua salata. Impastate bene per circa 5 minuti.

DSCN3917.JPG

 

Spolverate con la farina DS o con quella del Il mio Mix (link sopra) un foglio di carta forno e versatevi l'impasto in una forma allungata.

DSCN3923.JPG

 

Fate lievitare per 10 minuti, poi tagliate a triangoli l'impasto e il relativo foglio di carta forno sottostante con una forbice da cucina con le lame intinte nell'acqua (questo accorgimento serve per far sì che l'impasto non rimanga attaccato alle lame).

DSCN3925.JPG

 

Trasferite i triangoli (almeno una decina) col loro foglietto su una teglia foderata con un altro foglio di carta forno.

Spolverate con la farina DS i triangoli di pasta di pane, mentre se avete usato Il mio Mix (vedete il Link sopra) vi consiglio di NON infarinarli ma di spennellarli con un po' d'olio d'oliva sbattuto per rendere la superficie più morbida e non secca una volta cotta.Il foglietto che resterà attaccato al pane dopo la cottura sarà utile per surgelare i panini nella stessa busta evitando così che si attacchino durante il congelamento.

DSCN3928.JPG

Fate lievitare in un luogo caldo (di solito li metto nel forno con la luce accesa) fino al raddoppio (circa 45 minuti).

Per la cottura sistemateli nel ripiano medio del forno preriscaldato a 200° per circa 30 minuti.

A fine cottura per dargli un po' di colore in più li metto sotto la griglia del forno per pochi minuti.

 

DSCN3934.JPG

E voilà ... il pane che si mangia come le ciliege ... un pezzo dopo l'altro, è PRONTO ... ED È GIÀ FINITO !!!

 

Le foto che seguono si riferiscono sempre a questa ricetta nel formato Pane in cassetta, realizzato con Il mio Mix preferito di farine senza glutine per pane (SENZA L'AGGIUNTA DI LATTE IN POLVERE) e non con il Mix it! DS. Nel caso usiate Il mio Mix preferito  ricordatevi di spennellare la superficie del pane con dell'olio d'oliva sbattuto e non di spolverarla con la farina (gluten free ovviamente) perchè la superficie diventerebbe troppo asciutta.  Per questa ricetta in versione Pane in cassetta cliccate qui Pane in cassetta senza glutine N°2

DSCN4665 

 

 

 

 

Leggi i commenti

Scritto da Questo è il Blog di Elena moglie e mamma celiaca

Con tag #Ricette pane

Repost 0

Pubblicato il 24 Ottobre 2012

 

DSCN4597 

Ecco la ricetta del tradizionale Pane dei Morti o Pane dei Santi, ne andavo matta quand'ero bambina per il suo sapore cioccolatoso e speziato, ancora oggi me gusta molto, ora nella versione gluten free ovviamente  

È un dolce tradizionale consumato in occasione della commemorazione dei defunti e presente sugli scaffali dei panifici di tutta Italia, conosciuto con nomi diversi, come Fave dei Morti, Ossa dei morti, ... . È un piccolo panino dalla forma rotonda o ovale e dalla consistenza che varia dal croccante al morbido a seconda delle regioni.

Gli ingredienti sono biscotti sbriciolati di solito al gusto cioccolato, farina (anche senza glutine), bianchi d'uovo, spezie (specialmente cannella), zucchero, talvolta mandorle, uvetta e frutta candita, piccole ostie.

 

DSCN4598

 

Ho preso spunto da una ricetta di Anna Moroni, variandola rendendola più simile a quella tipica lombarda.

 

Qua di seguito gli INGREDIENTI (per i celiaci non devono avere tracce di glutine):

  • 150 g di amido di mais o maizena oppure di Preparato di farine senza glutine DS, oppure Farmo o ancora Il pane di Anna (per i non celiaci va benissimo la farina di grano tenero 00);
  • 250 g di biscotti secchi al cioccolato tritati finemente (per la versione senza glutine io uso i biscotti al cioccolato e nocciole Molino di ferro oppure i biscotti al cioccolato della marca Proceli);
  • 100 g di zucchero semolato;
  • 60 g di uvetta ammollata ed asciugata oppure di frutta candita (facoltativa);
  • 50 g di mandorle tritate finemente, ma con qualche granellino il risultato è gradito;
  • 1/2 cucchiaino di cannella in polvere;
  • 2 cucchiaini di cacao amaro;
  • 2 albumi non montati;
  • 1 pizzico di sale;
  • 1/2 bustina di lievito in polvere per dolci;
  • 86 g di vino bianco per impastare;
  • zucchero a velo vaniglinato. 

  PREPARAZIONE

  1. Preriscaldate il forno a 180 °.
  2. Mescolate per bene gli ingredienti secchi: la farina o l'amido, i biscotti tritati, lo zucchero, le mandorle tritate, il cacao amaro, la cannella, il sale, il lievito per dolci e fate una fontana.
  3. Versate nella fontana gli albumi non montati, il vino e se vi piace anche l'uvetta ammollata ed asciugata o la frutta candita.
  4. Impastate bene e formate dei piccoli panetti del peso di 50 g ciascuno, sistemateli sulla placca del forno rivestita con carta forno, dandogli una forma ovale, più spessi al centro e sottili ma sempre arrotondati alle estremità (otterremo circa 20 panini).
  5. Cuoceteli nel forno già caldo per circa 30 minuti.
  6. Una volta pronti e raffreddati, sistemateli su di un piatto da portata e spolverateli con zucchero a velo vaniglinato.

 DSCN4593 

ED ORA NON MI RESTA CHE AUGURARVI UNA BUONA SCORPACCIATA DI PANE DEI MORTI O COME PREFERITE DI OSSA DEI MORTI !!!    Ecco la foto dei Panini bianchi dei Morti fatti con biscotti sbriciolati non al cioccolato:

  

DSCN4069.JPG

 DSCN4055.JPG

Leggi i commenti

Scritto da Questo è il Blog di Elena moglie e mamma celiaca

Con tag #Dolci tipici italiani

Repost 0

Pubblicato il 8 Luglio 2012

DSCN0805.JPG

 

È da qualche tempo che preparo questo dado vegetale seguendo una ricetta trovata su Internet e che ho leggermente modificata secondo il mio gusto. Prima di allora mi era sempre sembrata un'impresa, ed invece !  Mi trovo benissimo, ne preparo il triplo delle dosi, lo dispongo in 3 piccole pirofile che poi sistemo in frizer. Appena me ne serve qualche cucchiaino, è semplicissimo servirsene soprattutto perchè contenendo un poco d'olio il composto rimane morbido anche da "surgelato".  

L'idea di riprodurlo in casa mi è scaturita dal fatto che spesso i dadi industriali contengono degli insaporitori, per esempio il glutammato. Ma che necessità ci sarebbe di aggiungere sapore a ciò che già sapore ha se non quella di coprire eventuali imperfezioni nella qualità dei prodotti ai quali viene aggiunto il glutammato, anche se non sempre è così.

Il dado fatto in casa vegetale o di carne mantiene vivo il sapore dei suoi ingredienti oltre al sapore del sale ovviamente. Io preferisco il dado vegetale, ne aggiungo un cucchiaino a tutti i piatti per quattro porzioni che cucino, siano essi di carne, di pesce o di verdure,  quando li gusto assaporo tutto il gusto delle verdure.

Questa è la ricetta base che mi ha ispirata link, talvolta una verdura la sostituisco con un'altra di stagione, come consigliato da ci_polla link che troviamo anche qui link.

 

 

INGREDIENTI

  • 2 GAMBI DI SEDANO
  • 2 CAROTE
  • 1 CIPOLLA
  • 1 POMODORO (SE DI STAGIONE)
  • 1 ZUCCHINA (SOSTITUIBILE DURANTE L'INVERNO CON UN PEZZO DI ZUCCA)
  • 1 SPICCHIO D'AGLIO
  • QUALCHE FOGLIA DI ERBE AROMATICHE DI STAGIONE (ROSMARINO, BASILICO, SALVIA, ....)
  • 1 CIUFFO DI PREZZEMOLO
  • 1 CUCCHIAIO D'OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA
  • 200 G DI SALE GROSSO
  • 30 G DI VINO BIANCO 

PREPARAZIONE

  1. Frullate tutte le verdure e versatele in una pentola in acciaio inox a bordi alti.
  2. Aggiungete l'olio, il sale grosso ed il vino.
  3. Amalgamate tutto per bene.
  4. Cuocete coperto a fuoco lento per 30 minuti.
  5. Lasciate intiepidire e poi omogeneizzate con un tritatutto ad immersione.
  6. Cuocete ancora un po'  per asciugare la restante acqua di cottura.
  7. Trasferite il dado vegetale così pronto in una pirofila di vetro che disporrete in frigorifero per una settimana oppure in frizer fino ad esaurimento.

 E IL VOSTRO DADO DI VERDURA È PRONTO

 

 

 

Leggi i commenti

Scritto da Questo è il Blog di Elena moglie e mamma celiaca

Con tag #Dadi casalinghi

Repost 0

Pubblicato il 7 Luglio 2012

DSCN2025.JPG

 

Oggi ho preparato con l'aiuto dei miei bambini questi deliziosi e campagnoli (perchè leggermente rustici al palato) gnocchi verdi agli spinaci. Durante l'estate, terminata la scuola e gli impegni extrascolastici, ecco che abbiamo più tempo per cucinare paste fresche, gnocchi, ravioli, passatelli, insomma tutti quei piatti per cui non occorre accendere il forno   ; i dolci da forno e le lasagne li lasciamo per i fine settimana del resto dell'anno. E' concesso il forno solo per il fantastico pane senza glutine !!!

 

I non celiaci possono sostituire le farine e gli amidi senza glutine con farina di grano tenero, però consiglio loro di provare la versione senza glutine, le diverse farine usate la rendono, a mio parere, più gustosa e rustica. E poi chi l'ha detto che il senza glutine non sia buono !? Anzi, trovo che da quando mangio senza glutine la mia dieta di farine è più variata e più saporita, mentre prima mi alimentavo quasi sempre e solo della farina di grano.

 

ECCO GLI INGREDIENTI  (per i celiaci, devono essere tutti senza contaminazione da glutine):

  • 400 g di spinaci già cotti in padella e ben strizzati (occorreranno circa 750 g di spinaci crudi);
  • 200 g di ricotta;
  • 1 spicchio d'aglio;
  • 1 cucchiaino di dado vegetale (preferibilmente casalingo);
  • 50 g di farina di riso;
  • 30 g di farina finissima di mais;
  • 70 g di maizena;
  • 50 g di fecola di patate;
  • 2 cucchiai d'olio d'oliva;
  • 2 cucchiai di parmigiano;
  • 1 tuorlo;
  • sale, pepe e noce moscata.

 

E ORA PASSIAMO ALLA PREPARAZIONE:

Cuociamo gli spinaci (circa 750 g) in una padella antiaderente con un cucchiaino di dado vegetale sciolto in pochissima acqua calda (1/3 di bicchiere, o mezzo se gli spinaci non sono surgelati), aggiungiamo uno spicchio d'aglio spremuto, sale, pepe e noce moscata. Cuociamo a fuoco lento coperto per 15 minuti, poi scopriamo e lasciamo cuocere quanto basta per far asciugare bene la verdura (circa 5 /10 minuti).

Lasciamo intiepidire il composto, nel frattempo setacciamo le farine con gli amidi.

Preleviamo 400 g dal composto intiepidito di spinaci e strizziamoli bene per togliere l'eventuale acqua residua.

Frulliamo grossolanamente il composto di spinaci o con un robot elettrico o con una mezzaluna.

Aggiungiamo l'olio, il parmigiano ed il tuorlo.

Versiamo il composto ottenuto al centro del mix di farine ed amidi ed incorporiamo il tutto prima con un cucchiaio di legno e poi con le mani infarinate con farina di riso, rendendolo omogeneo. Una volta pronto ritiriamolo in un sacchetto tipo quello dei surgelati per evitare che si secchi. 

Nel frattempo mettiamo a bollire abbondante acqua salata.

Su di un tagliere di legno leggermente infarinato con farina di riso, formiamo, coi vari pezzetti di impasto verde, dei bastoncini che taglieremo in tocchetti che poi lavoreremo delicatamente tra le mani infarinate formando delle palline. Appena formate le disporremo su un foglio di carta forno cosparso con farina di riso.

 

DSCN2021.JPG.

DSCN2024.JPG

 

Quando l'acqua sta per bollire, vi versiamo gli gnocchetti che scoleremo appena verranno a galla.

Ora sono pronti per essere serviti e conditi con del burro in cui abbiamo fatto soffriggere dolcemente qualche foglia di salvia, oppure con della panna da cucina.

Cospargiamo infine con parmigiano grattugiato e .... BUON APPETITO .

 

  

DSCN2029 

Leggi i commenti

Scritto da Questo è il Blog di Elena moglie e mamma celiaca

Con tag #Ricette gnocchi

Repost 0

Pubblicato il 2 Luglio 2012

DSCN4216.JPG

Queste gustose baguettes senza glutine le ho cucinate via Skype con la mia amica Nina Spitzer link, fondatrice dell'associazione celiaci di Phœnix in Arizona link , nonchè consulente per i ristoranti per i menu senza glutine.

La ricetta è tratta dal libro di cucina (non solo per celiaci) Joy of cooking degli autori americani di origine tedesca Irma S. Rombauer Becker e Ethan Becker.

  DSCN4205.JPG

Lo stampo per baguettes l'ho acquistato da Medagliani link a Milano (attualmente è aperta solo la sede in Via Oslavia, 17), costa circa 20 euro.

Nel testo ovviamente le dosi sono indicate in cups, ma per me e per voi le ho convertito in grammi.

Potete trovare il Mix di farine necessarie per questa ricetta anche qui Il mio Mix preferito di farine senza glutine per pane

 

ECCO GLI INGREDIENTI (tutti senza traccia di glutine):  

175 g Farina di riso bianca     (preferisco la farina di riso finissima della Nutrifree, vedi link); 
125 g Farina di riso integrale Zangirolami, sostituibile con la farina di riso bianca finissima Nutrifree    (la ditta Zangirolami è nel prontuario per la farina di riso, su espressa ordinazione è possibile acquistare anche la farina integrale, vedi  link;
90 g di Farina di tapioca o manioca Yoki, sostituibile con l'amido di mais conosciuto anche come Maizena     (la farina di tapioca o manioca Yoki la trovo a Plaza Latina a Milano, vedi link, è certificata senza glutine sia dal produttore sia dall'importatore; troviamo sul Prontuario 2012 l'amido di tapioca REIRE acquistabile su questo sito link);
40 g di Fecola di patate consentita;
facoltativo 40 g di latte in polvere     (si possono comprare in farmacia le buste monodose da 20 g di latte in polvere per la prima infanzia oppure trovo all'Esselunga il latte in polvere Régilait, ho chiesto al seguente  link     informazioni sulla mancanza di glutine, la ditta mi ha risposto per posta ordinaria non per email, garantendomi la mancanza di glutine anche in tracce; inoltre, il latte in polvere senza glutine è acquistabile anche sul sito Naturei link);
5 g di Gomma di guar o di xantano      (vedi Informazioni utili sull'uso delle gomme di guar e di xanthano )
2 cucchiaini di zucchero;
7 g di lievito di birra secco;
2 cucchiaini di sale;
1 cucchiaino di succo di limone;
1 uovo grande;
2 bianchi d'uovo;
310/320 ml d'acqua tiepida.

 

PREPARAZIONE  

Versate in un recipiente gli ingredienti secchi, meglio se usate un robot da cucina o un'impastatrice elettrica per evitare la formazione di grumi, incorporando così maggior aria che renderà più soffice il pane.

Aggiungete il resto degli ingredienti umidi.

Iniziate ad impastare grossolanamente con una paletta e successivamente azionate l'impastatrice alla prima velocità per 5 minuti e poi alla media velocità  per altri 5 minuti.

Spennellate d'olio d'oliva uno stampo per baguettes o in mancanza due stampi per plum-cake.

Versate l'impasto fino ai 2/3 della capienza degli stampi.

 

DSCN4207.JPG Lasciate lievitare in un luogo  caldo per circa due ore, di solito metto il tutto nel forno con la luce accesa. Togliete successivamente dal forno gli stampi con l'impasto lievitato ed accendetelo a 200° circa.

Spennellate delicatamente la superficie dell'impasto con del rosso d'uovo sbattuto con un po' d'acqua.

 

DSCN4211.JPGUna volta caldo infornate l'impasto a metà altezza per circa 40 minuti, spruzzandolo sulla superficie con dell'acqua tiepida durante i primi 20 minuti di cottura per far sì che la superficie non si secchi troppo.  

Una volta dorato spegnete il forno e sfornatelo solo dopo circa 5 minuti.  

Toglietelo dallo stampo solo quando è freddo.

  DSCN4223.JPG

  

   DSCN4224.JPG

 

 

 

  E ORA BUONA DEGUSTAZIONE !!!! 

Leggi i commenti

Scritto da Questo è il Blog di Elena moglie e mamma celiaca

Con tag #Ricette pane

Repost 0