Pane in cassetta senza glutine N°2

Pubblicato il 15 Novembre 2012

 DSCN4665

Questo pane in cassetta è preparato con gli stessi ingredienti della ricetta Triangoli di pane bianco senza glutine dello Chef Diego Bongiovanni. Lo Chef utilizza il preparato senza glutine Mix it! DS, io talvolta uso anche il Il mio Mix preferito di farine senza glutine per pane senza però aggiungerci il latte in polvere previsto facoltativamente dalla ricetta.

La prima foto in alto si riferisce al pane ottenuto usando Il mio Mix preferito..., quella subito qua di seguito, invece, riguarda il pane ottenuto usando Mix it! DS col suo contenuto sofficioso. A me piacciono tanto entrambi!!!  Anche col preparato Sfornagusto della Biaglut (reperibile a differenza del Mix it! nei negozi e nelle farmacie convenzionate con l'Asl), il risultato è soffice soffice!!! Non ho ancora provato col preparato Schar, sarà il mio prossimo esperimento, vi saprò dire.

DSCN4719.JPG

INGREDIENTI

  • 500 g del preparato senza glutine DS o del  Il mio Mix preferito di farine senza glutine per pane (preparato senza l'aggiunta del latte in polvere, previsto facoltativamente dalla ricetta del Mix);
  • 400 ml d'acqua tiepida;
  • 25 g di lievito di birra fresco oppure 7 g di lievito di birra secco che corrisponde appunto a 25 g di quello fresco);
  • 2 cucchiaini di sale;
  • 5 g di zucchero (un cucchiaino);
  • 20 g di olio ( = 3 cucchiai; ho usato l'olio extravergine di oliva delicato).

DSCN4668

 

PREPARAZIONE:

  1. Mescolate il lievito con lo zucchero e una piccola parte dei 400 ml richiesti d'acqua tiepida, lasciate riposare il composto per 10 minuti al coperto.
  2. Sciogliete il sale (e l'eventuale zafferano) nella parte restante d'acqua.
  3. Mettete la farina nel recipiente dell'impastatrice, versateci nel mezzo il composto col lievito, l'olio e l'acqua salata. Impastate bene per circa 5 minuti.
  4. Foderate con la carta forno uno stampo per plumcake e versateci l'impasto ottenuto.
  5. Fatelo riposare per circa 45 minuti in un luogo caldo e non ventilato, può andar bene l'interno del forno illuminato.
  6. Una volta trascorso questo tempo l'impasto dovrebbe quasi aver raddoppiato il volume. Toglietelo dal forno se lo avete fatto lievitare lì ed accendetelo a 190/200°, mettendo in basso un contenitore da forno con dell'acqua per creare l'umidità necessaria all'ulteriore lievitazione. Spennellate la superficie del pane con dell'olio sbattuto o con del latte per non far sì che non si secchi durante la cottura. Una volta che il forno si sia ben riscaldato, inserite lo stampo a livello medio.
  7. Fatelo cuocere per 30/35 minuti. Una volta cotto toglietelo dal forno e lasciatelo raffreddare. Il pane, specialmente quello senza glutine, si taglia meglio una volta cotto, preferibilmente il giorno dopo.

 DSCN4712

È L'ORA DELLA MERENDA CON PANE E NUTELLA O CREMA SPALMABILE AL CIOCCOLATO FATTA IN CASA!

    DSCN4709.JPG

... E ORA PREPARIAMO IL PANE PER LA SURGELAZIONE INSERENDO TRA UNA FETTA E L'ALTRA UN FOGLIETTO DI CARTA FORNO PER EVITARE CHE SI ATTACCHINO DURANTE iL CONGELAMENTO.

Scritto da Questo è il Blog di Elena moglie e mamma celiaca

Con tag #Ricette pane

Repost 0
Commenta il post

Dianella 01/31/2016 16:10

Grazie anche di questo ultimo siggerimento tu quanta ne metti in più di acqua rispetto ai 400 ml ?

Questo è il Blog di Elena 02/04/2016 08:34

Massimo 50 g in più o fino a quando vedo che la consistenza è quella di una crema densa e viscosa. :)

Dianella 01/31/2016 16:07

Cara Elena, grazie dei tuoi suggerimenti, vedrò di procurarmi le farine che mi suggerisci e farò degli esperimenti
Grazie ancora
Dianella

Dianella 01/22/2016 16:07

Si può fare questa stessa ricetta aggiungendo crusca di avena? Vorrei preparare del pane senza glutine ma simile a quello con la farina integrale di frumento
Grazie
Dianella

Questo è il Blog di Elena 01/26/2016 07:55

Ciao Dianella, scusa per il ritardo!
Se non sei celiaca potresti aggiungere crusca di avena a questa ricetta nella quantità, secondo me, del 15% del totale della farina impiegata e cospargendo prima della lievitazione, la superficie del pane con un cucchiaio di crusca. Se sei celiaca, fai attenzione e leggi gli articoli seguenti, l'avena in sé è naturalmente senza glutine, ma pare che alcune varietà siano tossiche per il celiaco o che ci siano rischi di contaminazione da glutine. Nel Nord Europa e negli Stati Uniti sono disponibili dei prodotti a base di avena certificati senza glutine! Ho chiesto al negozio Celiamico, http://www.celiamico.it/ , info sui prodotti, mi ha informata dei biscotti all'avena della Schaer e della prossima introduzione sul mercato della Crusca di avena senza glutine forse della marca Sarchio o Fior di loto, aspettiamo fiduciosi!
A presto!
Elena

http://www.celiachia.it/dieta/Dieta.aspx
http://www.schaer.com/it/vivere-senza-glutine/letture-senza-glutine/avena-alla-scoperta-di-un-cereale-a-lungo-trascurato
http://www.schaer.com/it/prodotti-senza-glutine/dolci-biscotti/biscotto-all-avena

Francesca 03/12/2013 23:05

Ciao Elena,
incuriosita dagli ingredienti che hai utilizzato per realizzare questo pane, ho fatto un tentativo, anzi due!
Il pane ha un buon sapore anche se al suo interno rimane umido. Cosa sbaglio? E' un problema di cottura? Grazie di un tuo consiglio. Francesca

Questo è il Blog di Elena 01/30/2016 23:23

Dimenticavo! Se prepari il pane con le farine ricche di fibre, potrebbe essere necessario aggiungere più acqua all'impasto, perché asciugano molto di più delle farine non integrali!

Questo è il Blog di Elena 01/29/2016 10:22

Anche a me piace il pane ricco di fibre. Sostituisco parte, il 15/30%, o totalmente le farine con il Mix per pane rustico Schar ricco di fibre, oppure con farina di grano saraceno integrale (il 15% o 30%, tipo Nutrifree), o col mix per pane con grano saraceno (anche il 50% Glutino), o con la farina di canapa La finestra sul cielo (il 15% della quantità di farina). Ho appena acquistato nei negozi NaturaSì la Farina di Lupino senza glutine della ditta "baule Volante" ricca di fibre e la farina di teff integrale dichiarata senza glutine dalla ditta "ecor". Alla prossima infornata le proverò :) , il 15 o 30% della quantità di farina prevista dalla ricetta. In aggiunta all'impasto non ancora lievitato del pane, metto un cucchiaio del mix Omega semi biologici senza glutine della Nutrifree (semi di girasole, di zucca e di lino) ricco di fibre. Nel mio Mix preferito per la preparazione del pane uso la farina di riso integrale Baule volante, e sostituisco parte della farina di riso non integrale, prevista tra gli ingredienti, con le farine integrali di cui sopra.
Per la pasta o il riso ti consiglio di mangiare il riso integrale e le paste integrali senza glutine con grano saraceno.
Puoi trovare tutto questo nelle farmacie rifornite dei prodotti senza glutine, nei supermercati, soprattutto nei negozi dietoterapeutici o NaturaSì.

Ciao e ... grazie a te!

Elena

Dianella 01/27/2016 18:36

Grazie della tua risposta, non sono celiaca ma soffrendo molto di colite ho cominciato a usare pasta, biscotti e pane senza glutine, anche il latte e il burro ho eliminato, sto aspettando l'esito di un test che si chiama biotricotest e spero che sia un test valido; ho fatto il mane usando Mix B senza glutine | Schär, è buono ma manca di fibre, e il mio intestino ne ha bisogno...; i prodotti senza glutine sono in tutti i casi più digeribili anche per i non celiaci; seguirà il tuo consiglio con la crusca d'avena. Ma tu come fai per avere il giusto apporto di fibre?
Grazie e ciao Dianella

Questo è il Blog di Elena moglie e mamma celiaca 03/13/2013 09:11



Ciao Francesca,


mi dispiace ti sia venuto umido. Di solito non solo questo pane, ma anche il pane di altre ricette, trovo un po' umidi all'interno quando li taglio a fette appena cotti o comunque nella stessa
giornata della cottura; andrebbero tagliati almeno dopo 6/12 ore, così l'umidità evapora e le fette rimangono intere e ben aerate.


Oppure un'altra causa potrebbe essere questa, perchè anche a me è successo che, usando una bilancia per pesare le farine, e poi un dosatore e non la stessa bilancia per pesare l'acqua,
quest'ultima risultasse più del necessario perchè la taratura era leggermente diversa. Ti consiglierei, quindi di usare la stessa bilancia sia per gli ingredienti secchi che per quelli umidi.


Un altro consiglio potrebbe essere quello di lasciare raffreddare il pane nel forno appena spento e di non toglierlo subito. Se anche così non dovessi rimediare, prova a mettere 30/50 g/ml di
acqua in meno, la causa potrebbe essere anche il grado di umidità che già si trova negli ingredienti asciutti, umidità che noi al tatto non percepiamo ma che c'è anche nell'ambiente stesso.


Spero di esserti stata utile. A presto. Elena