CHIFFON CAKE MIMOSA SENZA GLUTINE E SENZA LATTOSIO

Pubblicato il da Questo è il Blog di Elena

CHIFFON CAKE MIMOSA SENZA GLUTINE E SENZA LATTOSIO

Ciao a tutti e bentornati nel mio Blog!

Per la Festa della donna ho preparato la CHIFFON CAKE MIMOSA! Eccola qui, sempre gradita la nostra Chiffon, oggi rivestita addirittura dai fiori della mimosa che fiorisce proprio in questo periodo dell'anno. 

Ho trovato la ricetta base della chiffon cake su uno dei miei siti preferiti e fidati, my personaltrainer . Ovviamente la nostra è in versione senza glutine e senza lattosio e un po' personalizzata.

Riesce sempre benissimo, anche in uno stampo rotondo, ma consiglio vivamente lo stampo da chiffon cake, nel quale il dolce non si smonta neanche di un centimetro, soprattutto se l'impasto è ben montato. L'ho acquistato in un negozio Natura Sì, ma lo potete trovare anche on line. Lo stampo adatto per la quantità di questa ricetta misura 25 cm di diametro e altezza 11 cm, marca Decora.

Ma passiamo subito agli ingredienti (tutti a temperatura ambiente) della ricetta base:

  • 120 g di tuorli, ne serviranno circa 6, ma conviene pesarli sempre (per la Mimosa ho usato le Uova Fresche Sfogliagialla dei supermercati U! ideali per pasta e dolci fatti in casa, i tuorli sono di un colore arancio intenso che renderà la nostra Mimosa bella colorita)
  • 320 g di albumi (quelle delle uova di cui abbiamo usato i tuorli +  altri albumi, di solito in più ne servono circa 120 g, ma anche qui pesate sempre, io acquisto i soli albumi al supermercato nel reparto uova, in bottigliette o anche in cartoncini da 500 g, li surgelo in dosi da 120 g circa);
  • 190 di farina di riso impalpabile;
  • 80 g di amido di mais (o di frumina deglutinata!)
  • 250 g di zucchero a velo;
  • scorza di limone non trattata o di arancia non trattata;
  • i semi di una bacca di vaniglia;
  • 110 g di succo di limone o di arancia + acqua quanto basta per arrivare a 110 g (ma se volete dare un gusto più agrumato o più fruttato alla torta potete metterci 110 g di solo succo di limone o di arancia o di succo di frutta);
  • 90 ml di olio di girasole;
  • 8 g di lievito per dolci (o di cremor tartaro), io ho usato il Lievito Bertolini;
  • 1 pizzico di sale.

Per la farcitura e decorazione ho scelto la ricetta letta sulla rivista LA CUCINA ITALIANA che mi è arrivata ieri. Ecco gli ingredienti:

  • 300 g di yogurt naturale senza lattosio;
  • 300 g di panna da montare senza lattosio;
  • 100 g di zucchero;
  • 40 g di latte senza lattosio;
  • 10 g di gelatina in fogli;
  • 4 piccoli cestini di fragole (per me 250 g di lamponi)

Come si prepara:

Accendiamo il forno a 190°.

Prepariamo un composto con tuorli, farina di riso, amido di mais o di frumina deglutinata, 125 g di zucchero a velo, scorza di limone o di arancia, i semi della bacca di vaniglia, il succo del limone + acqua, l'olio di girasole e il lievito per dolci. Misceliamo e montiamo tutti gli ingredienti con uno sbattitore.

Il composto ben montato.

Il composto ben montato.

Laviamo per bene le fruste dello sbattitore.

Mettiamo un pizzico di sale negli albumi e montiamoli a neve fermissima con lo sbattitore alla massima velocità per 5 minuti.

I bianchi ben montati!

I bianchi ben montati!

Incorporiamo a 3 cucchiaiate per volta lo zucchero a velo agli albumi montati sbattendo sempre con lo sbattitore.

I bianchi ben montati con lo zucchero a velo e il composto pronti per l'unione

I bianchi ben montati con lo zucchero a velo e il composto pronti per l'unione

Incorporiamo delicatamente mescolando dal basso verso l'alto con un cucchiaio di legno i bianchi ben montati con lo zucchero al composto dei tuorli (il cucchiaio di acciaio smonterebbe un po i bianchi perché è freddo).

La corposità dei bianchi ben montati

La corposità dei bianchi ben montati

Notare il cucchiaio di legno che non affonda!

Notare il cucchiaio di legno che non affonda!

Ora versiamo il composto montatissimo nello stampo NON IMBURRATO! Altrimenti quando andremo a capovolgerlo, una volta cotta la Chiffon cake, cadrà tutta!

Pronta per il forno!

Pronta per il forno!

Inforniamo  a 190 ° per circa 50/60 minuti (dipende dal forno) fino a doratura.

Nel frattempo, possiamo iniziare a preparare la crema per la farcitura e la decorazione se preferiamo rivestire a festa la nostra chiffon cake. Più sotto troviamo la preparazione della crema scelta per questa occasione.

Appoggiamo sui piedini lo stampo per far sì che non si smonti.

Non allarmatevi se la crosticina della superficie scende dallo stampo, la chiffon cake non cadrà tutta intera perché non abbiamo imburrato lo stampo ;)

Lo stampo sui piedini

Lo stampo sui piedini

Lasciamo raffreddare, poi togliamo tutta la crosticina dalla superficie del dolce.

Eccolo raffreddato, ora togliamogli tutta la crosticina dalla superficie.

Eccolo raffreddato, ora togliamogli tutta la crosticina dalla superficie.

Pronto per essere tolto dallo stampo, aiutiamoci con una paletta inserendola tra il dolce e lo stampo.

Pronto per essere tolto dallo stampo, aiutiamoci con una paletta inserendola tra il dolce e lo stampo.

Durante la cottura e il raffreddamento, possiamo iniziare a preparare la crema per la farcitura e la decorazione.

Tenete conto che dovranno passare circa 5 ore per rassodarsi bene prima di spalmarla.

Iniziamo a mettere i fogli di gelatina ad ammollare in acqua fredda e montiamo la panna.

Scaldiamo il latte, uniamo lo zucchero e aggiungiamo la gelatina strizzata, mescoliamo finché non si sarà sciolta, quindi lasciamo intiepidire.

Aggiungiamo lo yogurt al latte, mescoliamo e aggiungiamo la panna montata.

Mettiamo in frigorifero per circa 5 ore a rassodare.

Una volta pronta la crema per essere spalmata e raffreddato anche il nostro ciambellone, possiamo procedere alla confezione della mimosa.

Come mostrano le immagini qua sotto, tagliamo orizzontalmente in tre parti la ciambella - a cui abbiamo anche tolta la crosta lateralmente.

Chiffon cake in tre dischi

Chiffon cake in tre dischi

Tagliamo il disco centrale in cubetti.

Cubetti di Chiffon Cake

Cubetti di Chiffon Cake

Iniziamo a farcire e a ricoprire con la crema allo yogurt.

Farciamo!

Farciamo!

.... e rivestiamo coi cubetti per simulare la mimosa

.... e rivestiamo coi cubetti per simulare la mimosa

Eccola completata:

... finalmente!

... finalmente!

... e decorata coi lamponi lavati delicatamente con uno spruzzino e tamponati.

Ammiriamo e gustiamo l'interno soffice soffice ;)

La sofficità in foto!

La sofficità in foto!

Commenta il post