Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

PANINI SENZA GLUTINE CON PATATE LESSATE O IN FIOCCHI

Pubblicato il da Questo è il Blog di Elena

Panini senza glutine con patate lessate col Mio mix preferito per pane senza l'aggiunta di fecola di patate

Panini senza glutine con patate lessate col Mio mix preferito per pane senza l'aggiunta di fecola di patate

Ciao a tutti!

Questa ricetta nasce dalla risposta al creativo commento di Silvia ;) e dall'ispirazione di una ricetta con la farina di glutine tratta dal libro Pane fatto in casa di Paola Loaldi, Volume Primo , ovviamente l'ho trasformata in una senza glutine: ormai è diventata una mania :)), oltre che apportare le modifiche necessarie, come aggiungere più liquidi, tempi di lievitazione e di temperatura adatti al prodotto senza glutine.

I panini che vedete nella foto in alto sono fatti con il mio mix preferito di farine senza glutine per pane , al quale però ho tolto la fecola di patate, ecco qua di seguito il mix modificato:

  • 175 g di farina di riso bianca;
  • 125 g di farina di riso integrale;
  • 90 g di farina di tapioca;
  • 7 g di gomma di xantano o di guar (adeguata alla nuova dose di farine, vedi sull'uso delle gomme di guar e di xanthano)

 

I panini nella foto qua sotto sono fatti con la farina per pane Nutrifree e i fiocchi di patate anziché con le patate lessate.

I panini dovranno avere una mollica morbida ma compatta sia con un mix che con un altro, soprattutto per i suoi ricchi ingredienti; possiamo notare, però, che i panini col mio mix saranno più rustici.

Panini senza glutine con patate in fiocchi e farina per pane Nutrifree

Panini senza glutine con patate in fiocchi e farina per pane Nutrifree

L'interno dei panini coi fiocchi di patate e farina per pane Nutrifree, morbido ma compatto

L'interno dei panini coi fiocchi di patate e farina per pane Nutrifree, morbido ma compatto

Ecco gli INGREDIENTI:

  • 450 g di farina per pane Nutrifree (non contengono fecola di patate) o del mio mix preferito di farine senza glutine per pane senza fecola di patate;
  • 50 g di fiocchi di patate preparato per puré oppure circa 50 g di patata a pasta bianca lessata con la buccia e ben scolata dall'acqua, fatta intiepidire non coperta per permettere di asciugarsi bene dal vapore;
  • 1 cucchiaino di zucchero, solo se usiamo il mio mix preferito di farine senza glutine per pane (senza fecola di patate), mentre non lo mettiamo se usiamo il Mix Nutrifree perchè contiene già lo zucchero:
  • 5 g di sale, circa un cucchiaino (per una migliore lievitazione calcoliamo 1 g di sale ogni 100 g di farina);
  • 10 g di burro ammorbidito senza lattosio oppure 8 g di olio extravergine di oliva;
  • 100 ml di latte senza lattosio o di acqua tiepidi;
  • 25 g di lievito di birra fresco;
  • circa 300 g di acqua tiepida.

INIZIAMO A PREPARARE 

  1. Sciogliamo il lievito nell'acqua o nel latte tiepidi (100 g), con lo zucchero se si usa il mio mix preferito di farine senza glutine per pane senza fecola di patate.
  2. Setacciamo nel recipiente miscelatore dell'impastatrice il Mix scelto con il preparato in fiocchi per puré o aggiungiamo al Mix disposto a fontana la patata lessata ridotta in purea.
  3. Aggiungiamo il composto di lievito ed acqua alla farina ed azioniamo per qualche minuto l'apparecchio.
  4. Versiamo il burro ammorbidito o l'olio extravergine di oliva ed azioniamo di nuovo l'impastatrice.
  5. Uniamo il sale sempre impastando.
  6. Aggiungiamo poco alla volta circa 300 g di acqua tiepidi, finché otteniamo un impasto appiccicoso ma lavorabile.
  7. Infariniamo l'impasto ottenuto con farina di riso meglio se integrale; copriamo il recipiente con la pellicola e lasciamo riposare il composto al riparo dalle correnti d'aria per circa 20/30 minuti. In questo tempo si asciugherà quel tanto che basta per riuscire a lavorarlo formando dei panini sempre con le mani ben infarinate: la farina dovrà restare solo in superficie non deve essere incorporata all'impasto.
  8. Dopo aver formato circa 14 o 16 panini, li lasciamo lievitare in forno per circa un'ora, lieviteranno anche senza raddoppiare il volume, aumenteranno cuocendo.
  9. Dopo la lievitazione, accendiamo il forno a 200° e una volta raggiunta la temperatura, inforniamo i panini nella parte bassa: il forte calore li farà gonfiare ulteriormente.
  10. Cuociamoli per 15/20 circa, sforniamoli e lasciamoli intiepidire.

 

Qua sotto i vari steps fino al panino cotto.

Impasto lievitato dopo la prima lievitazione

Impasto lievitato dopo la prima lievitazione

I panini appena formati dopo la prima lievitazione dell'impasto

I panini appena formati dopo la prima lievitazione dell'impasto

I Panini  con patate dopo la seconda lievitazione

I Panini con patate dopo la seconda lievitazione

La mollica del panino con le patate cotto: é morbida ma compatta per i suoi ricchi ingredienti, soprattutto se si mettono il latte ed il burro anziché l'acqua e l'olio extravergine di oliva.

La mollica del panino con le patate cotto: é morbida ma compatta per i suoi ricchi ingredienti, soprattutto se si mettono il latte ed il burro anziché l'acqua e l'olio extravergine di oliva.

Paola Loaldi scrive che questo pane "si presta per accompagnare tutti i tipi di formaggi e in particolare quelli stagionati".

Con tag Ricette pane

Condividi post

Repost 0

CHIFFON CAKE MIMOSA SENZA GLUTINE E SENZA LATTOSIO

Pubblicato il da Questo è il Blog di Elena

CHIFFON CAKE MIMOSA SENZA GLUTINE E SENZA LATTOSIO

Ciao a tutti e bentornati nel mio Blog!

Per la Festa della donna ho preparato la CHIFFON CAKE MIMOSA! Eccola qui, sempre gradita la nostra Chiffon, oggi rivestita addirittura dai fiori della mimosa che fiorisce proprio in questo periodo dell'anno. 

Ho trovato la ricetta base della chiffon cake su uno dei miei siti preferiti e fidati, my personaltrainer . Ovviamente la nostra è in versione senza glutine e senza lattosio e un po' personalizzata.

Riesce sempre benissimo, anche in uno stampo rotondo, ma consiglio vivamente lo stampo da chiffon cake, nel quale il dolce non si smonta neanche di un centimetro, soprattutto se l'impasto è ben montato. L'ho acquistato in un negozio Natura Sì, ma lo potete trovare anche on line. Lo stampo adatto per la quantità di questa ricetta misura 25 cm di diametro e altezza 11 cm, marca Decora.

Ma passiamo subito agli ingredienti (tutti a temperatura ambiente) della ricetta base:

  • 120 g di tuorli, ne serviranno circa 6, ma conviene pesarli sempre (per la Mimosa ho usato le Uova Fresche Sfogliagialla dei supermercati U! ideali per pasta e dolci fatti in casa, i tuorli sono di un colore arancio intenso che renderà la nostra Mimosa bella colorita)
  • 320 g di albumi (quelle delle uova di cui abbiamo usato i tuorli +  altri albumi, di solito in più ne servono circa 120 g, ma anche qui pesate sempre, io acquisto i soli albumi al supermercato nel reparto uova, in bottigliette o anche in cartoncini da 500 g, li surgelo in dosi da 120 g circa);
  • 190 di farina di riso impalpabile;
  • 80 g di amido di mais (o di frumina deglutinata!)
  • 250 g di zucchero a velo;
  • scorza di limone non trattata o di arancia non trattata;
  • i semi di una bacca di vaniglia;
  • 110 g di succo di limone o di arancia + acqua quanto basta per arrivare a 110 g (ma se volete dare un gusto più agrumato o più fruttato alla torta potete metterci 110 g di solo succo di limone o di arancia o di succo di frutta);
  • 90 ml di olio di girasole;
  • 8 g di lievito per dolci (o di cremor tartaro), io ho usato il Lievito Bertolini;
  • 1 pizzico di sale.

Per la farcitura e decorazione ho scelto la ricetta letta sulla rivista LA CUCINA ITALIANA che mi è arrivata ieri. Ecco gli ingredienti:

  • 300 g di yogurt naturale senza lattosio;
  • 300 g di panna da montare senza lattosio;
  • 100 g di zucchero;
  • 40 g di latte senza lattosio;
  • 10 g di gelatina in fogli;
  • 4 piccoli cestini di fragole (per me 250 g di lamponi)

Come si prepara:

Accendiamo il forno a 190°.

Prepariamo un composto con tuorli, farina di riso, amido di mais o di frumina deglutinata, 125 g di zucchero a velo, scorza di limone o di arancia, i semi della bacca di vaniglia, il succo del limone + acqua, l'olio di girasole e il lievito per dolci. Misceliamo e montiamo tutti gli ingredienti con uno sbattitore.

Il composto ben montato.

Il composto ben montato.

Laviamo per bene le fruste dello sbattitore.

Mettiamo un pizzico di sale negli albumi e montiamoli a neve fermissima con lo sbattitore alla massima velocità per 5 minuti.

I bianchi ben montati!

I bianchi ben montati!

Incorporiamo a 3 cucchiaiate per volta lo zucchero a velo agli albumi montati sbattendo sempre con lo sbattitore.

I bianchi ben montati con lo zucchero a velo e il composto pronti per l'unione

I bianchi ben montati con lo zucchero a velo e il composto pronti per l'unione

Incorporiamo delicatamente mescolando dal basso verso l'alto con un cucchiaio di legno i bianchi ben montati con lo zucchero al composto dei tuorli (il cucchiaio di acciaio smonterebbe un po i bianchi perché è freddo).

La corposità dei bianchi ben montati

La corposità dei bianchi ben montati

Notare il cucchiaio di legno che non affonda!

Notare il cucchiaio di legno che non affonda!

Ora versiamo il composto montatissimo nello stampo NON IMBURRATO! Altrimenti quando andremo a capovolgerlo, una volta cotta la Chiffon cake, cadrà tutta!

Pronta per il forno!

Pronta per il forno!

Inforniamo  a 190 ° per circa 50/60 minuti (dipende dal forno) fino a doratura.

Nel frattempo, possiamo iniziare a preparare la crema per la farcitura e la decorazione se preferiamo rivestire a festa la nostra chiffon cake. Più sotto troviamo la preparazione della crema scelta per questa occasione.

Appoggiamo sui piedini lo stampo per far sì che non si smonti.

Non allarmatevi se la crosticina della superficie scende dallo stampo, la chiffon cake non cadrà tutta intera perché non abbiamo imburrato lo stampo ;)

Lo stampo sui piedini

Lo stampo sui piedini

Lasciamo raffreddare, poi togliamo tutta la crosticina dalla superficie del dolce.

Eccolo raffreddato, ora togliamogli tutta la crosticina dalla superficie.

Eccolo raffreddato, ora togliamogli tutta la crosticina dalla superficie.

Pronto per essere tolto dallo stampo, aiutiamoci con una paletta inserendola tra il dolce e lo stampo.

Pronto per essere tolto dallo stampo, aiutiamoci con una paletta inserendola tra il dolce e lo stampo.

Durante la cottura e il raffreddamento, possiamo iniziare a preparare la crema per la farcitura e la decorazione.

Tenete conto che dovranno passare circa 5 ore per rassodarsi bene prima di spalmarla.

Iniziamo a mettere i fogli di gelatina ad ammollare in acqua fredda e montiamo la panna.

Scaldiamo il latte, uniamo lo zucchero e aggiungiamo la gelatina strizzata, mescoliamo finché non si sarà sciolta, quindi lasciamo intiepidire.

Aggiungiamo lo yogurt al latte, mescoliamo e aggiungiamo la panna montata.

Mettiamo in frigorifero per circa 5 ore a rassodare.

Una volta pronta la crema per essere spalmata e raffreddato anche il nostro ciambellone, possiamo procedere alla confezione della mimosa.

Come mostrano le immagini qua sotto, tagliamo orizzontalmente in tre parti la ciambella - a cui abbiamo anche tolta la crosta lateralmente.

Chiffon cake in tre dischi

Chiffon cake in tre dischi

Tagliamo il disco centrale in cubetti.

Cubetti di Chiffon Cake

Cubetti di Chiffon Cake

Iniziamo a farcire e a ricoprire con la crema allo yogurt.

Farciamo!

Farciamo!

.... e rivestiamo coi cubetti per simulare la mimosa

.... e rivestiamo coi cubetti per simulare la mimosa

Eccola completata:

... finalmente!

... finalmente!

... e decorata coi lamponi lavati delicatamente con uno spruzzino e tamponati.

Ammiriamo e gustiamo l'interno soffice soffice ;)

La sofficità in foto!

La sofficità in foto!

Condividi post

Repost 0

RICETTA DELLE FRITTELLE BERTOLINI IN VERSIONE GLUTEN FREE E SENZA LATTOSIO

Pubblicato il da Questo è il Blog di Elena

RICETTA DELLE FRITTELLE BERTOLINI IN VERSIONE GLUTEN FREE E SENZA LATTOSIO

Il lievito Bertolini è il lievito per dolci che maggiormente preferisco e le sue ricette sono quelle della mia infanzia, le preparavo con la mamma alla domenica pomeriggio nei mesi invernali.

Ancora oggi preparo le torte casalinghe Bertolini, quelle sulle bustine del lievito o sul sito bertolini, ma assolutamente nella versione "senza glutine", per i dolci morbidi sostituisco la farina glutinosa solitamente con la farina di riso o con un mix di farina di riso e amido di mais (questo il 30 % del totale della farina richiesta) oppure con il mio mix preferito per dolci morbidi , per i dolci secchi uso il mio mix preferito per pane e per dolci secchi .

Ma torniamo alle frittelle Bertolini e iniziamo la loro metamorfosi gluten free!

La ricetta originale la troviamo qui .

Ecco gli Ingredienti:

  • 500 g di farina di riso;
  • 5 g di gomma di xantano (l'addensante preferibilmente da mettere per non correre rischi che le cucchiaiate di pastella si allarghino una volta versate nell'olio bollente, oppure si può sostituire il 30% della farina di riso con dell'amido di mais evitando così di mettere la gomma di xantano)
  • 50 g di zucchero semolato;
  • 50 g di burro senza lattosio ammorbidito;
  • 4 uova;
  • 1 pizzico di sale;
  • 200 g di latte senza lattosio (io ne ho messo 50 g in più per rendere la consistenza della pastella più morbida, probabilmente le farine senza glutine richiedono più idratazione),
  • 75 ml di limoncello o di maraschino (per me al posto della grappa prevista);
  • un pizzico di sale;
  • 2 mele golden tagliate a cubetti (per me 2 anziché le 5 mele renette previste);
  • la buccia grattugiata di 1 limone biologico;
  • io ho aggiunto anche una manciata di uvetta secca rinvenuta in poca acqua calda, ma se preferite anche 30 g di gocce di cioccolato fondente senza lattosio;
  • 1 bustina di lievito vanigliato Bertolini;
  • abbondante olio di semi di arachide per la frittura;
  • zucchero a velo per la decorazione.

 

Prepariamo:

  1. Setacciamo gli ingredienti secchi: la farina di riso, l'amido, lo zucchero, il lievito e il sale.
  2. Aggiungiamo ed impastiamo grossolanamente il burro, le uova, il latte, il liquore e la buccia grattugiata del limone.
  3. Amalgamiamo bene tutti gli ingredienti aiutandoci con un'impastatrice.
  4. Aggiungiamo le mele a cubetti e l'uvetta ben strizzata o le gocce di cioccolato.
  5. Scaldiamo in una pentola antiaderente l'olio di semi di arachide e tuffiamoci fino a doratura la pastella morbida a cucchiaiate.
  6. Scoliamo le frittelle sulla carta assorbente.
  7. Infine SOLO al momento di servirle (per evitare che assorbano lo zucchero e si inumidiscano), cospargiamole con lo zucchero a velo.

Buon Carnevale!

Il cuore della frittella

Il cuore della frittella

Condividi post

Repost 0

CHIACCHIERE SENZA GLUTINE E SENZA LATTOSIO (2017)

Pubblicato il da Questo è il Blog di Elena

Eccovi le chiacchiere che ho preparato quest'anno, secondo la ricetta tratta dalla rivista La cucina italiana, graditissimo regalo per il mio compleanno! Ovviamente, da glutinosa che era l'ho trasformata in una senza glutine e senza lattosio! Inoltre, l'ho un po' modificata secondo il mio gusto personale.

Le chiacchiere proposte dalla rivista sono aromatizzate con miele e semi di papavero  e con liquore d'anice!

Sono buonissime, anche se poco croccanti.

CHIACCHIERE  SENZA GLUTINE E SENZA LATTOSIO (2017)

Ecco  gli ingredienti:

  • 350 g del mio-mix-preferito-di-farine-senza-glutine-per-pane;
  • 50 g di burro senza lattosio;
  • 25 g di vino bianco secco;
  • 25  g di liquore maraschino (per me);
  • 8 g di lievito per dolci,
  • 3 tuorli;
  • 3 o 4 cucchiai di latte senza lattosio;
  • olio di arachide;
  • sale.

 

Preparazione:

  1. Impastiamo il mix di farine con lo zucchero, il burro, il vino, il liquore, il lievito, i tuorli e un pizzico di sale. Mettiamo l'impasto a riposare un'ora nel frigorifero.
  2. Stendiamo la pasta in una sfoglia molto sottile col mattarello o con la macchina per la pasta.
  3. Ritagliamo dei rettangoli di circa 12 per 6 cm.
  4. Friggiamole nell'olio bollente per pochi minuti, si gonfieranno!
  5. Scoliamole su carta assorbente da cucina.
  6. Spolverizziamole con zucchero a velo o, come proposto da La cucina italiana, spennelliamole con il miele e cospargiamole con i semi di papavero.

 

BUON CARNEVALE!

Condividi post

Repost 0

CASTAGNOLE SENZA GLUTINE E SENZA LATTOSIO

Pubblicato il da Questo è il Blog di Elena

Assomigliano un po' alle frittelle dei Luna Park queste castagnole, o a dei pancake, perché a me non si sono molto gonfiate,  a differenza di quelle pubblicate su La cucina italiana; comunque sono ottime!  Si tratta di una ricetta di questa rivista, graditissimo regalo per il mio compleanno! Quelle della rivista sono glutinose, le mie, anzi le nostre sono senza glutine e ... senza lattosio! L'avete capito, vero? Un'altra ricetta nata col glutine e  trasformata in una senza glutine ;))

 

CASTAGNOLE SENZA GLUTINE E SENZA LATTOSIO

Ingredienti:

  • 250 g di farina di riso;
  • 50 g di burro senza lattosio;
  • 300 g di acqua;
  • 6 uova;
  • 1 limone
  • zucchero semolato;
  • olio di arachide;
  • sale

 

Il procedimento è simile a quello dei bignè  ;))

  1. Facciamo bollire 300 g di acqua con 25 g di zucchero, un pizzico di sale, la scorza grattugiata del limone e 70 g del suo succo. 
  2. Aggiungiamo il burro e riportiamo il tutto a bollore.
  3. Uniamo la farina tutta in una volta e cuociamo per un minuto mescolando bene.
  4. Spegniamo e lasciamo raffreddare.
  5. Versiamo  il composto in una impastatrice e incorporiamo le uova, uno alla volta.
  6. Scaldiamo l'olio e vi tuffiamo cucchiaiate di impasto,  lasciamo gonfiare e dorare per 3 minuti circa rigirandole, poi scoliamole su carta assorbente, infine facciamole rotolare nello zucchero semolato ;))

 

BUON APPETITO!!!

 

 

 

Condividi post

Repost 0

FRITTELLE SENZA GLUTINE E SENZA LATTOSIO, DORATE E COL CACAO

Pubblicato il da Questo è il Blog di Elena

Il numero di Febbraio della rivista La cucina italiana, gradito regalo per il mio compleanno, propone le frittelle in  passerella glutinose ...  io vi propongo la stessa ricetta con qualche modifica in versione senza glutine e aromatizzate secondo i miei gusti, anche se premetto che non vado matta per i fritti in genere, ma a Carnevale questi dolci non mancano sulla mia tavola.

 

Frittelle, quelle marroni sono al cacao, non sono bruciate!

Frittelle, quelle marroni sono al cacao, non sono bruciate!

Vediamo gli ingredienti:

  • 250 g di farina di riso;
  • 170 g di latte senza lattosio;
  • 70 g di zucchero semolato;
  • 40 g di burro senza lattosio fuso;
  • 5 tuorli;
  • 1 cucchiaio di cacao amaro;
  • la buccia grattugiata di un limone biologico;
  • mezza bustina di lievito per dolci;
  • olio di arachide;
  • sale

 

Pronti?

  1. Amalgamiamo la farina con lo zucchero, il burro fuso, il latte, i tuorli, un pizzico di sale e mezza bustina di lievito.
  2. Dividiamo in due parti la pastella, dovranno essere circa 320 g ciascuna, aromatizziamo una parte con la buccia grattugiata del limone e l'altra col cacao. 
  3. Scaldiamo l'olio e versiamo la pastella a cucchiaini; friggiamo per 3 minuti rigirando le palline.
  4. Scoliamo le frittelle su un foglio di carta assorbente.
  5. Infine serviamole tiepide dopo averle rotolate nello zucchero semolato o spolverizzate con lo zucchero a velo.

 

IRRESISTIBILI!

 

Come sono morbide all'interno!

Come sono morbide all'interno!

Condividi post

Repost 0

CHIFFON CAKE SENZA GLUTINE E SENZA LATTOSIO

Pubblicato il da Questo è il Blog di Elena

CHIFFON CAKE SENZA GLUTINE E SENZA LATTOSIO

Ciao a tutti e a tutte e benvenuti nel mio Blog!

Vi presento la ricetta base della Chiffon Cake il ciambellone americano, da gustare così nature con una semplice spolverata con zucchero a velo in occasione della colazione o della merenda ... oppure con svariate farciture e decorazioni.

Ho trovato la ricetta base della chiffon cake su uno dei miei siti preferiti: my personaltrainer . Ovviamente la nostra è in versione senza glutine e senza lattosio e un po' personalizzata.

Riesce sempre benissimo, anche in uno stampo rotondo, ma se consiglio vivamente lo stampo da chiffon cake, nel quale il dolce non si smonta neanche di un centimetro, soprattutto se l'impasto é ben montato. L'ho acquistato in un negozio Natura Sì, ma lo potete trovare anche on line. Lo stampo adatto per la quantità di questa ricetta misura 25 cm di diametro e 11 cm di altezza, della marca Decora.

Ma passiamo subito agli ingredienti (tutti a temperatura ambiente) della ricetta base:

  • 120 g di tuorli, ne serviranno circa 6, ma conviene pesarli sempre (per la Mimosa ho usato le Uova Fresche Sfogliagialla dei supermercati U! ideali per pasta e dolci fatti in casa, i tuorli sono di un colore arancio intenso che renderà la nostra Mimosa bella colorita)
  • 320 g di albumi (quelle delle uova di cui abbiamo usato i tuorli +  altri albumi, di solito in più ne servono circa 120 g, ma anche qui pesate sempre, io acquisto i soli albumi al supermercato nel reparto uova, in bottigliette o anche in cartoncini da 500 g, li surgelo in dosi da 120 g circa);
  • 190 di farina di riso impalpabile;
  • 80 g di amido di mais (o di frumina deglutinata!)
  • 250 g di zucchero a velo;
  • scorza di limone non trattata o di arancia non trattata;
  • i semi di una bacca di vaniglia;
  • 110 g di succo di limone o di arancia + acqua quanto basta per arrivare a 110 g (ma se volete dare un gusto più agrumato o più fruttato alla torta potete metterci 110 g di solo succo di limone o di arancia);
  • 90 ml di olio di girasole;
  • 8 g di lievito per dolci (o di cremor tartaro);
  • 1 pizzico di sale.

 

Come preparare la nostra Chiffon cake:

Accendiamo il forno a 190°.

Prepariamo un composto con tuorli, farina di riso, amido di mais o di frumina deglutinata, 125 g di zucchero a velo, scorza di limone o di arancia, i semi della bacca di vaniglia, il succo del limone + acqua, l'olio di girasole e il lievito per dolci. Misceliamo e montiamo tutti gli ingredienti con uno sbattitore.

Ecco il composto ben montato

Ecco il composto ben montato

Laviamo per bene le fruste dello sbattitore.

Mettiamo un pizzico di sale negli albumi e montiamoli a neve fermissima con lo sbattitore alla massima velocità per 5 minuti.

.... i bianchi ben montati

.... i bianchi ben montati

Incorporiamo a 3 cucchiaiate per volta lo zucchero a velo agli albumi montati sbattendo sempre con lo sbattitore.

... la coppia vincente!

... la coppia vincente!

Incorporiamo delicatamente mescolando dal basso verso l'alto con un cucchiaio di legno i bianchi ben montati con lo zucchero al composto dei tuorli (il cucchiaio di acciaio smonterebbe un po i bianchi perché è freddo).

... notiamo la densità corposa dei bianchi ben montati

... notiamo la densità corposa dei bianchi ben montati

... il composto montatissimo è pronto per essere trasferito nello stampo

... il composto montatissimo è pronto per essere trasferito nello stampo

Ora versiamo il composto montatissimo nello stampo NON IMBURRATO! Altrimenti quando andremo a capovolgerlo, una volta cotta la Chiffon cake, cadrà tutta!

Pronta per il forno!

Pronta per il forno!

Inforniamo  a 190 ° per circa 50/60 minuti (dipende dal forno) fino a doratura.

Nel frattempo, possiamo iniziare a preparare la crema per la farcitura e la decorazione se preferiamo rivestire a festa la nostra chiffon cake.

Appoggiamo sui piedini lo stampo per far sì che non si smonti.

Non allarmatevi se la crosticina della superficie scende dallo stampo, la chiffon cake non cadrà tutta intera perché non abbiamo imburrato lo stampo ;)

CHIFFON CAKE SENZA GLUTINE E SENZA LATTOSIO

Lasciamo raffreddare, poi togliamo tutta la crosticina dalla superficie del dolce.

CHIFFON CAKE SENZA GLUTINE E SENZA LATTOSIO

Togliamo il dolce dallo stampo, ora è pronto per essere farcito, decorato o semplicemente gustato così com'è, soffice soffice.

CHIFFON CAKE SENZA GLUTINE E SENZA LATTOSIO

Condividi post

Repost 0

Cuore soffice senza glutine e senza lattosio

Pubblicato il da Questo è il Blog di Elena

Per festeggiare San Valentino col mio Amore e la nostra famiglia ho preparato questo cuore soffice soffice ideale per tutte le dolci ricorrenze e ricordiamoci che la festa dell'Amore ricorre ogni giorno ;))

Dolce cuore

Dolce cuore

Mi sono ispirata ad una ricetta trovata su una piccola guida di cucina allegata a Confidenze, la rivista preferita di mia mamma.

L'ho modificata un po' per trasformarla in una ricetta senza glutine; l'originale prevede anche l'aggiunta di fette di mela.

Passiamo subito agli ingredienti:

  • 112 g di farina di riso
  • 48 g di amido di mais
  • 40 g di mandorle in polvere
  • 5 uova a temperatura ambiente
  • 140 g di zucchero a velo
  • facoltativi i semi di 1/2 bacca di vaniglia, la buccia grattugiata di un piccolo limone
  • 20 g di zucchero a velo per la decorazione

 

Come fare:

- accendiamo il forno a 190°;

- setacciamo la farina di riso con l'amido di mais e la farina di mandorle;

- montiamo le uova con 140 g di zucchero a velo, se vogliamo anche i semi di vaniglia e la buccia grattata del limone, finché il composto non abbia triplicato il volume, per ottenere questo usiamo lo sbattitore elettrico alla massima velocità per 6 minuti circa;

Composto di uova e zucchero ben montato

Composto di uova e zucchero ben montato

- quindi aggiungiamo delicatamente al composto 3 cucchiai alla volta delle farine setacciate insieme usando un cucchiaio di legno e mescolando dal basso verso l'alto per non smontare le uova;

- versiamo il preparato in uno stampo a forma di cuore, io non avendo uno stampo coi bordi alti, l'ho foderato con due fogli lunghi di carta da forno facendola fuoriuscire dallo stampo così come nella foto, in ogni caso la carta forno andrebbe messa per evitare di imburrare o oliare lo stampo;

Torta soffice prima di essere infornata

Torta soffice prima di essere infornata

- cuocete nel forno già caldo per 50 minuti circa;

eccola qui pronta per essere decorata a nostro piacimento la nostra torta soffice e romantica!

 

E' pronta!

E' pronta!

L'ho tagliata orizzontalmente in tre strati e l'ho farcita con panna senza lattosio montata con qualche cucchiaino di caffè solubilissimo come il Nescafè PerLatte, ho spalmato con una spatola la parte restante della panna al caffè sul bordo della torta, l'ho ricoperto con il cacao amaro sempre con la spatola; infine, ho spoverizzato la superficie della torta con lo zucchero a velo.

La nostra torta decorata

La nostra torta decorata

Prego, una fetta?

Prego, una fetta?

Condividi post

Repost 0

Mix per Pane in cassetta, focacce e panini

Pubblicato il da Questo è il Blog di Elena

Vi presento questo Mix ideale per pane in cassetta, focacce e panini.

L'ho trovato sul libro The gluten-free Italian cookbook della Chef statunitense di origini italiane Mary Capone, qui si parla di lei . La chef l'ha ideato per la sua ricetta della Focaccia ovvero ITALIAN FLATBREAD. 

Ecco gli ingredienti:

110 g di farina di riso  finissima o integrale;

30 g di amido di tapioca;

30 g di farina di ceci (che talvolta personalmente sostituisco con farina di grano saraceno, di castagne, di soia, di canapa,di teff, di lupino o di quinoa)

40 g di fecola di patate;

1 cucchiaino e 1/2 di xantano

Moltiplico tutto per 5 e ne faccio una bella scorta nella mia dispensa.

Con questo Mix preparo la ricetta del pane-bianco-senza-glutine che a seconda delle farine usate in quei trenta grammi, bianco non diventa più ;) e altri panini. Guardate un po' qui sotto:

Pane morbido col Mix di Mary Capone

Pane morbido col Mix di Mary Capone

... e anche qui sotto

 

Panini col Mix di Mary Capone

Panini col Mix di Mary Capone

Con tag Ricette pane

Condividi post

Repost 0

Il Pane bianco senza glutine

Pubblicato il da Questo è il Blog di Elena

Oggi vi presento Il pane bianco senza glutine, morbidissimo, preparato con la  farina "Pane & Co con lievito madre _ Ad ogni ora" , se purtroppo non la trovate anche con questo mix-per-pane-morbido o con altri preparati industriali Nutrifree, Biaglut, Farmo, ...

Il Pane Bianco Senza Glutine

Il Pane Bianco Senza Glutine

Con questa ricetta otteniamo un pane morbido, ben alveolato, per il pasto o per la colazione e la merenda, ottimo con l'affettato, tostato con un cucchiaio d'olio d'oliva, con la marmellata o la crema spalmabile al cioccolato.

Aspettate ad affettarlo quando sarà ben raffreddato, per evitare di schiacciare gli alveoli ;)

Lo si può preparare col lievito di birra o col lievito naturale che riattiverà l'1,5% della pasta acida di mais già contenuta nella farina; ad ogni modo è un pane straordinariamente ESPLOSIVO! Consiglio di lavorare l'impasto con un'impastatrice ;)

Ma vediamo gli ingredienti:

  • 420 g del preparato Pane & Co "Ad ogni ora" (variante: potete sostituire 60 g di questa farina, quindi circa il 15%, con farina di grano saraceno, di teff, di quinoa, di lupino, di castagne, non sarà più proprio così tanto bianco ma morbido e con un gusto più deciso)
  • 5 g di lievito di birra secco o  18 g di lievito di birra fresco o 110 g di lievito naturale
  • 415 g di acqua tiepida di rubinetto se non ricca di cloro oppure di acqua minerale naturale in bottiglia
  • 4 g di sale (vale la regola generale di 1 g su 100 g di farina per permettere la massima lievitazione, ma a seconda dei gusti personali si potrebbe arrivare al 2%)
  • facoltativi 2 cucchiai d'olio extravergine di oliva
  • facoltativi 3 cucchiai di semi misti come semi di girasole, di lino, di zucca, di sesamo, di papavero, ... privi di contaminazione dal glutine
  • un po' di latte o di albume o acqua mista all'olio per spennellare la superficie dell'impasto
  • non ho aggiunto il 'leggendario' cucchiaino di zucchero perché il preparato contiene già il destrosio, zucchero ricavato dall'amido di mais o di fecola di patate

.... ed ora mettiamoci subito al lavoro :))

- sciogliamo il lievito scelto nell'acqua richiesta nel recipiente dell'impastatrice;

- aggiungiamo la farina ed azioniamo alla media velocità;

- versiamo se vogliamo l'olio e 2 dei 3 cucchiai di semi misti ed impastiamo ancora;

- infine aggiungiamo il sale;

- ora impastiamo energicamente meglio con l'impastatrice per 5 minuti fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo;

- versiamo in due stampi rettangolari come quelli per il plumcake della capacità di 1 litro, foderati con carta forno;

- livelliamo bene la superficie, spennelliamola con l'albume d'uovo o col latte o col mix di acqua e olio e cospargiamo col terzo cucchiaio di semi;

Pane bianco prima della lievitazione

Pane bianco prima della lievitazione

- lasciamo lievitare per circa due ore se abbiamo usato il lievito di birra o per 5 o 7 ore se abbiamo usato il lievito naturale o fino al raddoppio dell'impasto;

Pane bianco dopo la lievitazione pronto per il forno

Pane bianco dopo la lievitazione pronto per il forno

a questo punto accendiamo il forno alla temperatura di 200° e quando sarà raggiunta la temperatura inforniamo i nostri stampi;

- cuociamo per 40 minuti circa o fino a doratura, di tanto in tanto possiamo spruzzare la superficie dei pani con dell'acqua tiepida, questa faciliterà la doratura;

- non è necessario il pentolino d'acqua per creare l'umidità che faciliterebbe la lievitazione in forno, data già la presenza di una buona quantità d'acqua tra gli ingredienti.

- una volta cotto togliamoli dal forno e dagli stampi con l'aiuto della carta forno, e poniamoli su un tagliere di legno o una gratella, cosicché raffreddandosi si asciughino;

Pane bianco sfornato e raffreddato

Pane bianco sfornato e raffreddato

- affettiamo i nostri pani bianchi per gustarli o per congelarli separando le fette con foglietti di carta forno, ad ogni modo si mantengono morbidi per 2 o 3 giorni riposti in buste di carta o nelle buste usate per la congelazione

... E BUONA SCORPACCIATA DI PANE BIANCO SENZA GLUTINE!

Il Pane bianco senza glutine

Con tag Ricette pane

Condividi post

Repost 0

1 2 3 4 5 6 7 8 > >>